Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

panepolitica.overblog.com

panepolitica.overblog.com

La politica vista dalla gente (e da Manuela Donghi)


TITOLI SEMPRE UGUALI. MA DI QUESTO NON CI SCANDALIZZIAMO

Pubblicato da Manuela Donghi su 25 Settembre 2013, 08:45am

TITOLI SEMPRE UGUALI. MA DI QUESTO NON CI SCANDALIZZIAMO

Considerate meno rispettoso decidere di non cantare l’inno di Mameli o il fatto che non si parli più di certe altre cose? Considerate meno rispettoso il fatto di non unirsi ai cori dell’Italia s’è desta o che nessuno parli più di sprechi o tagli o pensioni o lavoro? E’ tutto fermo. Pure le notizie. Per questo mi chiedo: siamo davvero arrivati al punto che fa discutere e irrigidire il fatto che un sindaco chieda alla banda di paese di suonare una canzone piuttosto che un’altra? Mi spiego meglio, non vorrei essere fraintesa. Nessuno vuole denigrare la tradizione, un Inno che è parte della storia dell’Italia (è quasi retorico sottolinearlo), io men che meno. In certi casi mi emoziona. Mi emoziona quando viene cantata con il cuore, ai margini di un’impresa, per sottolineare le nostre eccellenze (?), per plaudire ad un successo. Quello che voglio dire, piuttosto, è un’altra cosa. Non vorrei ripetermi, ma la domanda che mi frulla in testa questa mattina è la seguente: la parola rispetto è relativa?

Al Governo si lotta ad armi pari (leggi: Governo di larghe intese) su questioni come IMU e ora l’IVA e poi sarà qualcos'altro. Senza uscire da un circolo vizioso fatto di acqua stagnante solo per avere la garanzia di consensi elettorali, che poi chissà se arriveranno mai. Lo scenario è deprimente, oserei dire. Pure noi cittadini non siamo nemmeno più nella fase della rabbia, se mai ci siamo stati sul serio. Siamo inermi. Apriamo i giornali, clicchiamo sui siti internet e i titoloni sembrano (o sono?) sempre gli stessi: da quanto si discute di IVA? A me personalmente pare un’infinità. Troppo per non essere ancora giunti ad una fine. Ovvio che per abolire l’IMU o per evitare l’aumento dell’IVA ci vogliono fondi. Soldi, liquidità, moneta so(g)nante. Ed è altrettanto ovvio che questa moneta non c’è e occorre recuperarla da qualche altra parte. Bene. Abbiamo capito che il denaro non è recuperabile? E allora dobbiamo avere il coraggio di dirlo. O meglio: allora dovete (Governo) avere il coraggio di dircelo (a noi cittadini). Nisba, non ce n’è, non possiamo fare nulla, non abbiamo risorse, siamo ko. E invece no. Tutti belli, tutti eroi, tutti combattenti. Ma i vincitori chi sono? Io non ne vedo.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti