Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

panepolitica.overblog.com

panepolitica.overblog.com

La politica vista dalla gente (e da Manuela Donghi)


SIAMO ALLA FRUTTA

Pubblicato da Manuela Donghi su 10 Settembre 2013, 15:58pm

SIAMO ALLA FRUTTA

Il Governo è davvero all’ultima spiaggia?

Certamente di acqua a bordo ce n’è e anche tanta, ma sono ancora in molti a scommettere che comunque tutto “andrà per il meglio”. Ma cos’è davvero questo meglio? Come sempre, tutto dipende. Dipende dal futuro che si vuole dare all’Italia. Un futuro comunque carico di incertezze. Non c’è verso di godere di una stabilità politica vera. Mi è già capitato altre volte di scrivere quanto ormai ci siamo abituati a questo. Non ci ricordiamo forse nemmeno più di cosa significhi poter contare su un saldo Esecutivo che davvero si occupi di noi. Noi chi? I cittadini. Non siamo noi i veri referenti delle classi di potere? Classi che però, bisogna ammetterlo, di potere, per ora, ne hanno ben poco. O sarebbe meglio partire da un’altra premessa. Il rischio delle larghe intese era questo: disperdere le energie e la possibilità esecutiva di portare a termine le cose. Lo stesso potere di applicare le leggi è ormai seriamente (messo) in discussione. Il “vorrei ma non posso” è l’unico reale padrone; ormai non esiste nemmeno più possibilità di movimento, l’agibilità (parola che va di moda in questo periodo) è sul serio compromessa.

Siamo alla frutta. Siamo alla frutta perché non si parla d’altro che di Silvio Berlusconi; siamo alla frutta perché ci stiamo solo nascondendo dietro i buoni propositi; siamo alla frutta perché fingiamo di pensare alle reali necessità del Paese, fingiamo con questa politica del fare, che mi pare però del fare non abbia granchè. Siamo alla frutta e parliamo di coerenza e amore per le nostre sorti quando invece in Aula non sempre viene raggiunto il numero legale di parlamentari ed è per questo che le sedute sono sospese e rinviate, con buona pace dello Stato che mantiene i Palazzi con i nostri (sudati) soldi (quando ci sono). E siamo alla frutta perché al posto di parlare delle cose serie cavalchiamo sempre imperterriti i finti scoop e preferiamo seguire i social network per andare alla caccia di qualcosa che altri ancora non hanno riportato. Al posto di essere esterrefatti per l’atteggiamento di quello o quest’altro, proviamo a stupirci delle cose che continuano a non cambiare.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti